Aggiungi ai preferiti | Fai di questo sito la tua home page | Per contattarci | www.solorugby.org
RUGBY ITALIA
Canale del network: Sport - Rugby  
"Il Rugby è nato per un ingiurioso sberleffo alla virtù pedetoria dei plebei" (Gianni Brera) - Solorugby.org di Christian Marchetti  
 
  Home | Rugby italiano | Rugby internazionale | Altro rugby | Rugby links Email | solorugby
  Home

Solo Rugby
a cura di
Christian Marchetti






Cerca nel sito





Eclisse Italia, una brutta Scozia la tritura

ore 19:48 Il buongiorno che si vede dal mattino, il bicchiere mezzo pieno,... Tirate fuori pure tutti i luoghi comuni che volete, ma se oggi l'Italia (un'altra Italia) avesse vinto contro la Scozia sarebbe stato tutto un altro camminare verso il Mondiale neozelandese. A Murrayfield gli Highlanders pure loro imballati passeggiano 23-12 e il giardino di casa dei nipotini di Sean Connery continua a rimanere off limits (Sei Nazioni 2007 a parte, of course).
Non sempre presente Azzurra, schiacciata nella propria porzione di campo da una vera e propria grandinata a dispetto del sole che picchia su Edimburgo. Eppure almeno fino al 50' è sempre presente nel punteggio, dove però si patisce la magra resa di Bergamirco dalla piazzola (1/3). Poi è soltanto Scozia mentre in casa Italia sono impossibili i paragoni rispetto al test col Giappone, sebbene anche quella che a ben diritto può essere chiamata formazione-tipo per la RWC è zavorrata da amnesie difensive, un attacco sterile, quando non semplicemente discontinuo, e una quantità biblica di errori. Film già visto: è la mischia a salvare la faccia, riuscendo addirittura nell'impresa di far dimenticare una touche ridicola per questi livelli.
Ritmi comunque sia da rugby e Calippo, ma chi sbaglia di più è l'Italia. Subito un grabber senza pretese di Garcia, Lamont a ripartire e, a ridosso della ventidue dei Macheronis, Semenzato campeggia in ruck consentendo a Parks di capitalizzare: 3-0.
In attacco, Mozzarella cerca quasi esclusivamente le capocciate degli avanti e Orquera appare confuso. La prima touche è una preghiera affidata al vento (per non parlare di quelle che seguiranno per tutto il primo tempo...), la prima mischia un mal di testa per "McCuttitta" (perché, le altre che t'hanno fatto?) ma è un timido mettere il naso la scarna permanenza degli uomini di Mallett nella metà campo avversaria.
Dicevamo che rispetto a Cesena è cambiata la squadra, non la crepuscolare difesa. Che al 10' va in confusione nella propria ventidue e consente al non esattamente longilineo Dickinson di planare in meta: 10-0.
Gli Highlander traslocano nella metà campo degli ospiti e scelgono anche di non calciare tra i pali punti facili. A proposito di rimessa laterale bruttissimo pomeriggio per Ongaro in particolare.
Poi il miracolo. Mischia chiusa in zona difensiva, parte Parisse, ovale a Semenzato, sottomano per Masi, poi Derbyshire (tra i migliori), riciclo senza guardare su Benvenuti che è già nel buco, scatto bruciante e meta. Stu-pen-da. Applausi e 7 punti con la trasformazione di Bergamasco.
Come cambia una partita grazie ad uno stupendo coretto delle voci azzurre. Gli ospiti ingranano ed è una distribuzione di pannoloni tra le retrovie scottish. Peccato che la tonnara dalle nostre parti si protragga. In mischia tuttavia il Barone e Castro proiettano sorci verdi in casa Low e Dickinson. Al 38', Martin porta via magliette in prima linea ed è la piazzola per il possibile 10-10. Macché, Bergamasco chiude troppo il destro.
Non sbaglia invece Parks, che sull'azione seguente ricava tre punti facili da un fuorigioco di Parisse e fa 13-7. E per quanto si è visto prima dell'intervallo quel -6 è pure generoso.
Niente da fare, si gioca nella metà degli italians anche nella ripresa. Il copione cambia leggermente a causa di qualche erroruccio di troppo che rendono Andy Robinson furente dietro al vetro mentre, con l'ingresso di D'Apice, gli azzurri sembrano registrare la rimessa.
Ad ogni modo... altro miracolo. "Mozzarella a chi?", urla forte Semenzato schiacciando di potenza una meta costruita alla prima vera azione offensiva dei suoi. Bergamirco fallisce la trasformazione ed è 13-12. Gioia anche per Joshua Furno, che rileva Del Fava e mette in cascina il suo primo cap.
Atmosfera da sogno che Blair e nuovamente Parks si premurano di rovinare nel peggiore dei modi. Al 53' Masi prova un calcio di liberazione all'ombra dei propri pali e il mediano di mischia ci mette le manone, stoppandolo e volando sull'erba più fresca. Al 56' il mediano d'apertura calcia tra i pali da una trentina di metri. L'uno-due vale il 23-12. E il dominio scozzese. E altre amnesie dei nostri. Si resiste in mischia chiusa, dominante anche dopo l'ingresso di Murray. Sul finale di gara, nel bel mezzo della girandola di cambi, Gori che rileva Canale per piazzarsi all'ala, costringendo così Benvenuti estremo e Masi centro.
Amara, amarissima Murrayfield. Non era un match Mondiale ma come qualità del warm up non si poteva chiedere di meglio. In Nuova Zelanda troveremo l'Irlanda ma anche altro tempo per smaltire le incertezze. Speriamo.

Edinburgo, Murrayfield Stadium – sabato 20 agosto 2011
Test match pre-Mondiale
SCOZIA - ITALIA 23-12 (13-7)
Scozia: R. Lamont; M. Evans, De Luca, Morrison, Danielli (15' s.t. Walker); Parks (22' s.t. Jackson), Blair (22' s.t. Cusiter); Vernon (34' s.t. Rennie), Barclay, Brown; Kellock (c), Hines (22' s.t. Grey); Low (14' s.t. Murray), Lawson (32' s.t. Hall), Dickinson. All.: A. Robinson.
Italia: Masi; Benvenuti, Garcia, Canale (36' s.t. Gori), Mi. Bergamasco; Orquera (16' s.t. Bocchino), Semenzato; Parisse (c), R. Barbieri, Derbyshire (22' s.t. Zanni); Van Zyl, Del Fava (11' s.t. Furno); Castrogiovanni, Ongaro (1' s.t. D'Apice), Lo Cicero (32' s.t. Cittadini). All.: Mallett.
Arb.: Pearson (Inghilterra)
Marcatori: 3' c.p. Parks (3-0), 10' m. Dickinson tr. Parks (10-0), 24' m. Benvenuti tr. Mi. Bergamasco (10-7), 40' c.p. Parks (13-7); s.t.: 9' m. Semenzato (13-12), 13' m. Blair tr. Parks (20-12), 17' c.p. Parks (23-12)
Calci: Parks 5/6, Jackson 0/1; Mi. Bergamasco 1/3.
Cartellini: nessuno.

20 / 08 / 2011

Pagine correlate Italia

Eclisse Italia, una brutta Scozia la tritura





Contatti

Per contattare la redazione del sito Solorugby scrivere all'indirizzo email cmarchetti77@gmail.com

 

ITALIA


solorugby

Focus

News in evidenza

Mondiale di rugby

Sei Nazioni


  portale di (SR) pagina pubblicata in 0 secondi
Note Legali: questo sito web è di proprietà di a cui va la piena e unica responsabilità dei contenuti testuali e grafici pubblicati sul sito - email cmarchetti77@gmail.com -
dati e generalità del proprietario del presente dominio sono disponibili pubblicamente presso l'ente internazionale di registrazione domini.
Alcune foto presenti sul sito sono state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio
Per chiedere la rimozione di foto o contenuti scrivere alla redazione del sito - Il network a cui il sito è affiliato non è responsabile dei contenuti pubblicati sui singoli siti.
 Network Eage - www.eagenews.com |